Arrivederci Nina

Arrivederci Nina

Nina, la volontaria brasiliana che ha scelto di unirsi alla missione marista di Siracusa, ha trascorso quasi 4 anni mettendosi al servizio del CIAO e vivendo a pieno il significato di “comunità marista“. Sempre precisa e disponibile, ha portato passione e dinamismo al team del CIAO, accompagnando il più delle volte un bimbo o una bimba per mano.

Siamo giunti alla fine della sua missione a Siracusa ed è arrivato il momento di tornare a casa, a Porto Alegre, in Brasile.

Nina ha svolto il suo incarico nell’ambito del progetto Comune dei Popoli, lavorando allo sportello che supporta le comunità migranti all’accesso ai servizi del territorio. E’ stata la protagonista del doposcuola del CIAO, che ha permesso a tantissime donne migranti di continuare a lavorare e/o studiare l’italiano affidando i propri figli a Nina e alle altre volontarie che ha coordinato. Ha vissuto a pieno tutte le attività del CIAO e ha stretto rapporti che porterà sempre nel cuore, come noi faremo con i tanti bei ricordi che ci lascia.

La sua presenza è stata, inoltre, determinante per il successo del centro estivo del CIAO, appena terminato, che le ha permesso di concludere in bellezza la sua esperienza.

Ma lasciamo spazio a Ricky, il Coordinatore del CIAO che, in occasione della festa di saluto per Nina, ha dedicato delle bellissime parole di riconoscimento del suo contributo alla comunità marista, che allo stesso tempo rappresenta un forte impulso in vista di quel che verrà in futuro.

Vorrei ringraziare tutti per essersi uniti a noi in questo momento speciale di addio di Nina. Sia personalmente che attraverso un video o una frase, tutti noi abbiamo potuto condividere l’amore che proviamo per Nina e augurarle il meglio in questa nuova fase della sua vita.

Nel corso degli anni abbiamo visto persone care salutare la nostra comunità marista: ONORINO con la sua profonda gioia e saggezza; MARIO con la sua vicinanza, la sua disponibilità e i suoi dreadlocks; GABRIEL con il suo dono per le persone e il suo grande entusiasmo; ROSA con la sua energia che irradia felicità a ogni passo; e ora NINA con la sua coerenza, il suo amore per la natura, per le cose semplici e la sua forza.

Tutti loro hanno lasciato un segno nella nostra vita. Potremo vederli e ricordarli nei volti di tanti bambini e giovani migranti, nei loro successi e fallimenti, nella loro felicità e tristezza.

Spetta a tutti noi, che siamo rimasti, continuare il loro lavoro. Mantenere viva la luce che hanno acceso è un impegno di gratitudine. Le persone se ne vanno, le loro opere e i loro ricordi restano… e sta a noi continuare, ma soprattutto crescere, cambiare, innovare. Non saremo fedeli a ciò che ci hanno lasciato se ci limitiamo a ripeterlo. La nostra sfida è quella di far crescere e moltiplicare ciò che ci hanno lasciato nel loro passaggio attraverso queste terre benedette.

Hanno seminato. Sicuramente hanno visto i germogli, ma sono altri ne vedranno i frutti. E sta a noi essere i giardinieri che curano quella vita che nasce e cresce….

L’anno scolastico che inizia a settembre ci porta nuovi volti, nuovi compiti e nuove speranze. Vi aspettiamo per costruire insieme un nuovo inizio. Ci vediamo a settembre. Buone vacanze!

Ciao Nina, in bocca al lupo e GRAZIE!